max.jpeg

Musica Elettronica e Sound Design

 

Nasce a Bologna nel 1975, figlio di musicista appassionato di musica elettronica, fin da bambino gioca con dispositivi musicali elettronici di varia natura per poi iscriversi a pianoforte privatamente dall’età di 6 anni fino ai 17, seguendo diverse scuole e maestri.

A 11 anni inizia seriamente ad appassionarsi di strumenti elettronici come sintetizzatori analogici e drum machine, avendoli già in casa, sviluppa un amore viscerale per tutto ciò che è analogico ed elettronico.

Nasce contemporaneamente l’amore e lo studio per la batteria, strumento che lo vedrà protagonista per oltre 10 anni in giro per palchi e feste.  Co-fondatore della band demenziale GEMBOY, tutt’ora in vita, suona in tutta italia, conoscendo diversi musicisti con i quali nasceranno bellissime collaborazioni. 

Collabora inoltre con Cristina D’avena per tutta la programmazione musicale live dei tour. 

 

Parallelamente svolge da 10 anni servizio di consulenza e beta testing per aziende del settore hardware e software in ambito elettronico. E’ stato direttore musicale sotto la guida di Dario Viola, Pierpaolo Peroni, Cesare Vodani, Luisella Sacchi, Fabrizio Gasparetto, Sergio Colabona, di programmi Rai e Mediaset, per i quali ha realizzato sigle televisive e produzione basi. Si occupa di musica per agenzie pubblicitarie e sound design.

Altri progetti a cui ha dato vita sono Electronic Modular Orchestra, assieme a Nicola Peruch, Matteo Scaioli, Gabriele Bombardini. Un ensemble di sistemi modulari analogici e synth vintage. 

 

Muhn, il suo progetto techno di soli modulari, pubblicato dalla etichetta californiana TIPTOP AUDIO RECORDS, lo vede in vetta alle charts di apple music con il brano PULSING BRAIN. 

 

Produce per altre etichette italiane ed europee del settore, con diversi

pseudonimi, ma mantenendo sempre un suono analogico e scuro.

 

SONOANALOGICO, un altro suo progetto ambient in cui come al solito i protagonisti sono solo sintetizzatori vintage.

Ha studiato armonia e composizione sempre privatamente per diversi anni, assieme al pianoforte, perfezionandosi e migliorando la tecnica, ma il suo più grande amore resta la sintesi e tutto il mondo che la comprende.

<<  insegnanti

 

 Max Vicinelli